ATTILIO MALFERMO DA INZAGO (MI)

Cara Franca e Piera,
mi chiamo Attilio Malfermo e sono un vostro fervido fan nonché un quotato general manager. Non per vantarmi ma sono il migliore. Anzi sono S.U.P.E.R., quello che io riesco a fare in due minuti, gli altri lo fanno in ore. Ho portato una società di commercio di assorbenti femminili al successo: la migliore compagnia italiana nel segmento assorbenti interni nel Nord Italia, superata solo da quelle americane, nord coreane, vietnamite ed europee.
Eppure anch’io ho un problema: le donne.
Ho segretarie incompetenti, recalcitranti e pure un poco idiote.
1 – Vogliono gli aumenti come se darle un lavoro non fosse già di per sé una grazia.
2 – Vogliono essere ascoltate come se avessero qualcosa d’importante da dire.
3 – NON sanno quando devono stare zitte che è sempre.
4 – Hanno il vizio di volere, ad un certo punto quando gli gira e senza avvisare, dei figli.

Ho una certa età e potrei in verità essere in pensione da già un bel po’ (ma devo aspettare che quel fesso di mio nipote si laurei così lo metto qui al mio posto che c’è bisogno di menti fresche e intelligienze giovani) e ricordo ancora le segretarie vecchio stampo che stavano sempre zitte, educate, arrese, economiche e disponibili.
Ora invece pretendono di avere un lavoro e una vita e riescono perfino a dirti che loro lavorano per vivere non l’opposto! Sfacciate. Sfacciate. Non posso neanche licenziarle! Eh no, perché con sti contratti di merda mica le puoi lasciare a casa e se mi rimangono incinte mi fottono per almeno altri due anni.
Ste cretine che è meglio se non lo fanno un figlio che con il loro stipendio è da irresponsabili e  non avrebbero manco i soldi per il nido. 
Io ho tre figli e conosco la difficoltà di sopportarli e crescerli con cognizione di causa e sia io che consorte, sappiamo quanto sia importante trovare delle tate degne che fino ai diciotto anni li curino e controllino e la qualità ha un costo. Io le avverto ogni giorno che un figlio si fa solo se si hanno i soldi se no diventa un atto sovversivo, anti aziendalista e antipatriottico perché sono solo spese per lo stato e perdite per le aziende. Oche.
Insomma, care Signore, voi che avete lavorato una vita, che non avete figli, che siete state diligenti, proattive, flessibili, vivaci, perfette macchine produttive e aziendaliste indefesse consigliatemi:
cosa posso fare? Parto con il mobbing? Invento regole che non hanno rispettato e le licenzio per giusta causa? C’è la figlia del mio vicino di casa che si è stancata di fare cerette e secondo me sarebbe una candidata perfetta per il mio ufficio ma devo eliminarne una per assumere questa e in fretta che una ragazza come questa se no se la prendono altri, che merita: si vede ad occhio nudo.
Certo in un vostro pronto riscontro, vi mando i miei più cari saluti,

Attilio Malfermo
General Manager
XXXXXXXXXXXX
Inzago (MI)

Caro Attilio Malfermo della XXXXXXXXXX di Inzago (MI),

la Piera è rimasta bloccata in un picchetto contro la FIAT: ultimamente mi ha perso la brocca per un meccanico di Torino (Leopoldo Montante, ex direttore vendite), e lo accompagna nei vari picchetti per assicurarsi che non deperisca. É ancora convinta che l’amore inizi dallo stomaco e che pelle cadente ed età molto avanzata siano bazzecole, perciò cucina come non ci fosse un domani e lo segue vestita come una baldracca de fin siecle con sporte di ogni ben di dio. Comunque anche in preda ai fumi dell’amore ieri, tra una maschera al collagene, una lasagna in forno e una calza contenitiva (ma autoreggente) mi ha chiesto di scriverti le seguenti parole pienamente condivise dalla scrivente: M.A. V.A. A. F.A.R.E. I.N. C.U.L.O.

In primis: ma che cazzo hai nel cervello? Ma ti superano persino i vietnamiti, che cazzo di primato ha la tua azienda?! Invece di vendere assorbenti interni vai a vendere armi che mi pari perfetto: idiota al punto giusto ed egoriferito ad libitum. Sei uno che potrebbe convincersi che vendere mine anti-uomo serve all’umanità per evitarne il sovrapopolamento e per  la conservazione dell’ecosistema mondiale.

In secundis: certo che hai un problema con le donne. Il problema sei Tu.

In terzis: Io e la Piera non siamo mai state indefesse, aziendaliste, flessibili: noi eravamo solo due ragazze che dovevano mantenersi perchè se la davamo via avevamo seri dubbi che ce la pagassero. Abbiamo lavorato una vita è vero e all’inizio  in nero, per anni a dire il vero, perchè c’era un coglione come te che pensava che se ci metteva in regola poi noi smettevamo di impegnarci e ci sedevamo sugli allori.

In quartis: ma lo sai che cosa vuole dire sovversivo?

In quintis: vai in pensione vah e magari scrivi un libro che secondo me trovi pure un editore coglione come te che ti pubblica. Oppure trovi un editore che pensa che sei così coglione che forse qualcuno ti leggerà e ti pubblica uguale. Insomma hai quasi il 100% di possibilità di essere pubblicato.

In sestis: smetti subito di essere nostro fan.

In settis: ma che cazzo li hai fatti 3 figli se praticamente hai pagato una per educarli crescerli e amarli al posto tuo? Pensavi fossero soprammobili semimoventi? Ma sopratutto, loro, se per caso ti vedono ti riconoscono o danno del lei?

Certa di aver espresso con quanto sopra tutto il mio disprezzo e sgomento per la totale mancanza di salis della sua persona, nella speranza che un camion la falci NON porgo saluti, Franca

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: